Forum

Iscriviti al forum di tartaweb, appassionati ed esperti discuteranno con te e ti daranno consigli su come allevare questi simpatici animali.

Schede Tartarughe

Il mondo delle tartarughe riassunto in pratiche schede di presentazione. Conosci abitudini ed alimentazione per un corretto allevamento.

Hai deciso di allevare una tartaruga? vuoi conoscere per bene la tua nuova coinquilina? Le sue necessità? Sei nel posto giusto! Lei ti darà molte soddisfazioni ma tu devi essere pronto a seguire alcune regole fondamentali perché lei stia bene e cresca correttamente.
Noi ti aiuteremo.
Hai spazio in casa? Con molta attenzione potrai scegliere alcune specie di tartarughe acquatiche come le Sternotherus odoratus che crescono poco. Per loro potrai allestire un acquario.
Devi sapere invece che le specie più comunemente vendute nei negozi non resteranno così piccine come le vedi (anche se a volte chi le vende dice il contrario) ma cresceranno se ben allevate e allora avrai necessità di attrezzare un laghetto esterno per farle nuotare e vivere in maniera adeguata.

TARTARUGHE ACQUATICHE
Chi sono?
Le tartarughe d'acqua più vendute sono le Trachemys, di origine americana esportate in ogni parte del mondo; le più facili da trovare nei negozi sono le Trachemys scripta scripta.
Questa tartaruga in natura vive in stagni e laghi dove nuota molto, dedicandosi anche alla ricerca del suo cibo; finito questo duro lavoro trascorre molto tempo al sole sostando per ore intere su rami o tronchi galleggianti.
Dove alloggiano? Dove dormono?
Questo è un aspetto davvero importante che troppo spesso viene sottovalutato.
Quando si prende da neonata questa adorabile tartaruga è grande poco più di una moneta ed è opinione diffusa che non crescerà molto; questo pensiero assolutamente sbagliato arreca due danni gravissimi alla nostra nuova amica: lo spazio ristretto e il cibo poco nutriente. Si pensa che occuperanno sempre poco spazio e a maggior ragione se nutrite con gamberetti. Così si ammaleranno e saranno malnutrite. Presta molta attenzione alle nostre indicazioni e vedrai crescere sana la tua tartaruga.
Iniziamo dalla vasca che deve essere proporzionata alla tartaruga e le dimensioni devono essere comode e dignitose perché possa nuotare liberamente e con lo spazio adeguato; si può pensare di attrezzare sin da subito un acquario grande e con le giuste soluzioni di termoriscaldamento dove potrà nuotare per bene anche quando sarà diventata grande.
L'acqua deve essere sempre pulita o con un cambio frequente o con l'installazione all'interno dell'acquario di un filtro che garantisca un ricambio. Devono essere previste la zona asciutta su cui la tartaruga possa salire agevolmente e riscaldarsi e digerire e una fonte di raggi UVB.
La temperatura dell'acqua deve essere sempre mantenuta tra 25 e 28° C grazie all'utilizzo del termoriscaldatore posto all'interno dell'acqua. La zona asciutta può essere costruita con mattoni o in plexiglas, questo a seconda delle dimensioni dell'acquario; anche la zona asciutta va riscaldata posizionandovi sopra un faretto di quelli che si trovano comunemente in commercio da 40/60 W per far arrivare la temperatura a 30° C (la temperatura esterna deve essere superiore a quella all'interno dell'acqua). Oltre al faretto è fondamentale posizionare sulla vasca anche una lampada che emette raggi UVB in una percentuale dell'8%; la lampada UVB può essere una lampada compatta per rettili o un tubo al neon per tartarughe e sarà facile trovarli nei negozi specifici per rettili.
Il faretto e la lampada UVB sono due cose distinte e sono necessarie entrambe per l'allestimento corretto del vostro acquario. Di notte bisogna spengere le luci. Terminato il periodo invernale è bene che le tartarughe stiano all'aria aperta e godano del sole naturale perciò è consigliato spostarle fuori.
Se si ha un laghetto all'esterno abbastanza grande e profondo almeno 60 cm. è possibile lasciarle lì anche in inverno poiché l'acqua di quell'altezza non ghiaccerà completamente e permetterà il letargo; il fondo del laghetto deve essere fangoso e ricoperto di foglie così che le tartarughe riescano a scavare e ad interrarsi. Si consiglia comunque di scegliere questa soluzione per tartarughe già grandi, di almeno 2 anni.
Cosa mangiano?
Le nostre amiche sono onnivore e una corretta alimentazione prevede:
 pesce di piccola taglia d'acqua dolce interi e crudi (li mangeranno con interiora e lische): acquadelle o sperlani, persico, perca del Nilo, trota
 pesce di mare raramente poiché in natura non lo mangerebbero
 gamberi crudi, tarme della farina, lombrichi
 carne bianca e fegato sbollentato non più di una o due volte al mese
 vegetali: radicchio, scarola e crescione
 frutta di rado
 osso di seppia in vasca dà il corretto apporto di calcio
 i mangimi in pellets vanno ad integrare i cibi elencati sopra ma non sostituiscono mai nessuno degli alimenti
Le nostre amiche sono molto golose ma ci sono cibi assolutamente da evitare, quelli di cui in natura non si ciba e che se somministrati creano gravi problemi epatici e renali :
carne tritata e insaccati
 pane e biscotti
 formaggi
Malattie
Il tipo di malattia lascialo decidere ad un veterinario esperto, qui elenchiamo una serie di sintomi che devono metterti in allarme per la salute della tua amica:
rifiuto del cibo
 carapace molle
 occhi gonfi e con patina bianca
 lesioni su pelle o carapace
 resta molto tempo ferma in acqua senza nuotare
 nuota inclinandosi da una parte
 non riesce ad immergersi in acqua ma ritorna a galla
 resta molto tempo all'asciutto della zona emersa anche a luci spente
Maschio o femmina?
E' impossibile stabilire il sesso da neonate; in età adulta il maschio presenta coda più lunga e spessa e artigli più lunghi rispetto agli esemplari femmina.

 

 

Capita molto spesso che queste tartarughe d'acqua vengano abbandonate in vasche, laghetti dei giardini o fontane perché cresciute troppo; oltre ad essere illegale l'abbandono crea danni all'ecosistema.
Cerca un centro di recupero per tartarughe e lasciala in buone mani se non puoi più prendertene cura.
Per Informazioni e chiarimenti visita il nostro Forum

 

No Tarta

Natura Viva

Tartaweb Fan

Tartaweb su Facebook

tartaweb su facebook
Tarta Tube

tarta-tube

Tartarughe Acquatiche

1116952771.jpg
3699175300_72d35770a1.jpg
15020192.jpg

Cerca nel sito

 

Ora online!

 41 visitatori online
Copyright © 2017 www.tartaweb.it - benvenuti nel mondo delle tartarughe. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.