Rhinoclemmys pulcherrima
 
 
 

Regno: Animalia phylum Chordata

Classe: Reptilia

Ordine: Testudines

Famiglia: Geoemydidae

Genere: Rhinoclemmys

Specie: Rhinoclemmys Pulcherrima

Sottospecie: manni-incisa-rogerbarouri-pulcherrima
Origini

Tartaruga diffusa in Centro America: Messico ,Nicaragua e Costa Rica occidentale

Habitat e biologia

animale che si rinviene tipicamente nel sottobosco di foreste tropicali (di qui il nome comune “tartaruga dipinta di foresta”) nei pressi di corsi d’acqua, paludi e ovunque ci sia acqua e quindi una elevata umidità associata a temperature alte e costanti durante tutto l’anno (tipico clima tropicale). specie di dimensioni mediopiccole , circa 20 cm. deposizioni tra settembre e dicembre variabili da 2 a 4 ogni anno con una emdia di 2/4 uova per ogni deposizione. le uova sono grandi e molto allungate. la riproduzione in cattività comunque non è sempre facile e possibile solo con esemplari ben acclimatati e ben allevati.

Alimentazione e mantenimento in cattività

tartaruga onnivora che si alimenta quindi sia di carne che di vegetali. La componente vegetale dovrà essere piuttosto elevata e corrispondere a circa il 70%. come vegetali sarà bene somministrare frutta di ogni tipo in grande quantità (pere,mele,fichi,banane…) e radicchio cicoria tarassaco e altre erbe di campo. la componente proteica (carne) sarà composta da lombrichi, cavallette e altri insetti,lumache, pinkies, camole. molto occasionalmente carne bianca. per il mantenimento: specie esotica che non effettua il letargo. andrà quindi allevata in estate preferibilmente all’aperto in un recinto molto umido (magari con una pozza o un irrigatore che bagna) ricco di piante e rifugi. Essendo una specie che difficilmente tollera temperature inferiori a 18/20 gradi sarà necessario al termine dell’estate metterle in un terrario molto umido munito di una parte acquatica (terracquario con 50% di zona emersa o terrario con ampio sottovaso pieno di acqua). il terrario dovrà essere munito di lampada riscaldante per garantire temperature di circa 25 gradi nella zona fredda e circa 30 in quella calda e di lampade a raggi UV per un corretto sviluppo delle ossa e una giusta assimilazione del calcio.

WWW.TARTAWEB.IT

Foto e scheda Alessandro Monti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.