Il nostro saluto a George 

Quando andai alle Galapagos ci fu un momento che, per pura combinazione, restai l’unico visitatore vicino a George, non si vedeva essere umano attorno, eravamo io e lui e basta…mi gustai l’attimo pensando che stavo, nel mio piccolo, avendo il privilegio di essere a tu per tu con la tartaruga più famosa al mondo.
Tanti stanno commentando che si è estinta una specie, io penso a quel vecchietto, vittima del suo essere stato l’ultimo della sua specie, catturato e costretto a vivere in un recinto indegno per gli ultimi decenni della sua vita.

                                                                               Andrea Franzoi

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *