TERRARIO PER BABY TARTARUGHE

 

 

Qui di seguito alcune istruzioni come costruire un terrario come sopra.

1. Costruire un cassone usando multistrato o pressato nobilitato da 10/12 mm di spessore, le dimensione approssimative sono 100/120 cm di lunghezza, e 70/75 cm di larghezza (attenzione la larghezza è importante, deve passare attraverso una normale porta) e 30 cm di altezza, ed inserire all’interno un vasca in acciaio o lamiera zincata, se si ha disponibilità nel farla eseguire, oppure optare per una soluzione in plastica, il multionda che si trova nei magazzeni di bricolage ed è facilmente incollabile con silicone. Questa vasca ha lo scopo di evitare che l’umidità vada ad agire sul legno e per una facile pulizia mediante estrazione.

 

 

2. Si costruisce ora un cavalletto con delle ruote per poterlo muovere comodamente. Per la costruzione si possono usare tubo quadro in acciaio inox o alluminio, dipende da cosa si trova sul mercato e dalla capacità di saldatura.

 

 

 

 

3. Ora dividiamo le zone e prepariamo l’arredamento.
a. Prepariamo la zona secca, che useremo per la distribuzione del cibo e per la ciotola dell’acqua,
La zona secca sarà fatta, sempre usando il multistrato da 10 mm e ricoprendolo di prato sintetico e dovrà essere sopra alzata di 7 cm in modo che quando metteremo la torba rimarrò allo stresso livello. In questa zona si inseriscono dei sottovasi, uno per creare una zona sassosa ed uno dove metteremo la ciotola dell’acqua. D’altro lato giusto per dare colore aggiungeremo un sottovaso con una pianta sempreverde.
b. Prepareremo dei supporti per le lampade IR (50 W) e UVB (20 W) e sul fondo poseremo una resistenza a cavo autoregolante da 25 W, racchiusa tra due fogli di plastica per isolarla dalla torba.

 

 

4. Completiamo ora il tutto provvedendo alla sistemazione delle zone umide, riempiendo una parte di torba bionda sp, 7 cm ed una piccola parte con della vermiculite (usiamo questo materiale anziché ghiaietto perché più leggero) e con l’aggiunta di un rifugio che le piccole tarte apprezzeranno.

 

 

 

 

5. Aggiungiamo ora i tre timer per la regolazione dell’accensione delle lampade e della resistenza di riscaldamento, da regolare in funzione dell’ambiente dove sarà sistemato il terrario. Normalmente per una sistemazione in ambiente con temperatura a 18°/20°C, le lampade possono essere accese per 6 ore al giorno (10-16) e la resistenza solo nelle ore notturne con inserzione di 45 minuti ogni 60′, in questo modo la torba si terra costantemente sui 24°C ca. A questo punto il terrario è pronto a ricevere le vostre beniamine.

 

 

 

 

6. Se il terrario sarà in un locale non sufficientemente riscaldato sarà sufficiente fare una copertura con un semplice telo da serra microforato cosi il calore generato dalle resistenze e dalla lampada IR rimarra contenuto nello stesso.

 

 

Conclusioni:
Il costo di costruzione è legato alla reperibilità del materiale, soprattutto per quanto riguarda il legno per il cassone e la struttura metallica.
Gli unici costio certi sono le lampade (ca. 60 €), la resistenza (ca. 15 €), i timer e la multipresa (ca. 20 €)
www.TartaWeb.it
Articolo e Foto Giuseppe Giudici

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.