Forum

Iscriviti al forum di tartaweb, appassionati ed esperti discuteranno con te e ti daranno consigli su come allevare questi simpatici animali.

Schede Tartarughe

Il mondo delle tartarughe riassunto in pratiche schede di presentazione. Conosci abitudini ed alimentazione per un corretto allevamento.

Platysternon megacephalum
 
(Gray, 1831)
 
 
 
CLASSIFICAZIONE 
Regno: Animalia
Phylum: Chordata
Classe: Reptilia
Ordine: Testudines
Sottordine: Cryptodira
Famiglia: Platysternidae
Genere: Platysternon
Specie: Platysternon megacephalum;
Sono riconosciute 3 sottospecie: Platysternon megacephalum megacephalum, Platysternon megacephalum peguense,Platysternon megacephalum shiui.

ORIGINE E HABITAT

 Le 3 sottospecie provengono da luoghi differenti del sud-est asiatico occupandone un areale abbastanza vasto. Più precisamente: la Platysternon megacephalum megacephalum è localizzata nella Cina meridionale, la Platysternon megacephalum peguense in Birmania, Thailandia meridionale, Isole Hainan e Laos ed infine la Platysternon megacephalum shiui nel Vietnam settentrionale.

Leggi tutto: Platysternon megacephalum

 
VITAMINA D E LUCE DEL SOLE

 

 Premessa

Nella Sezione "leggi" del Forum è inserito un Topic relativo alle linee guida analitiche per il mantenimento in cattività delle tartarughe de genere Testudo. In tale documento, approvato dalla Commissione Scientifica CITES, si parla anche degli effetti dei raggi UVB sulla salute delle tartarughe, citando come riferimento il sito www.uvguide.co.uk gestito da un gruppo di erpetologi e terraristi inglesi per approfondire tale argomento.

Andando a visitare tale sito, ho trovato molto interessante il capitolo che spiega il meccanismo di natura chimica attraverso il quale si produce la vitamina D (nello specifico, D3) nella pelle utilizzando la luce solare, diretta conseguenza dell'atteggiamento tipico delle nostre tartarughe denominato "basking".

Leggi tutto: Vitamina D e luce ultravioletta – Un processo straordinario

 

 

Il nostro saluto a George 

Quando andai alle Galapagos ci fu un momento che, per pura combinazione, restai l'unico visitatore vicino a George, non si vedeva essere umano attorno, eravamo io e lui e basta...mi gustai l'attimo pensando che stavo, nel mio piccolo, avendo il privilegio di essere a tu per tu con la tartaruga più famosa al mondo.
Tanti stanno commentando che si è estinta una specie, io penso a quel vecchietto, vittima del suo essere stato l'ultimo della sua specie, catturato e costretto a vivere in un recinto indegno per gli ultimi decenni della sua vita.

                                                                               Andrea Franzoi

 

 

 
Hai deciso di allevare una tartaruga? vuoi conoscere per bene la tua nuova coinquilina? Le sue necessità? Sei nel posto giusto! Lei ti darà molte soddisfazioni ma tu devi essere pronto a seguire alcune regole fondamentali perché lei stia bene e cresca correttamente.
Noi ti aiuteremo.
Hai spazio in casa? Con molta attenzione potrai scegliere alcune specie di tartarughe acquatiche come le Sternotherus odoratus che crescono poco. Per loro potrai allestire un acquario.
Devi sapere invece che le specie più comunemente vendute nei negozi non resteranno così piccine come le vedi (anche se a volte chi le vende dice il contrario) ma cresceranno se ben allevate e allora avrai necessità di attrezzare un laghetto esterno per farle nuotare e vivere in maniera adeguata.

TARTARUGHE ACQUATICHE
Chi sono?
Le tartarughe d'acqua più vendute sono le Trachemys, di origine americana esportate in ogni parte del mondo; le più facili da trovare nei negozi sono le Trachemys scripta scripta.
Questa tartaruga in natura vive in stagni e laghi dove nuota molto, dedicandosi anche alla ricerca del suo cibo; finito questo duro lavoro trascorre molto tempo al sole sostando per ore intere su rami o tronchi galleggianti.

Leggi tutto: Primi passi nell'allevamento delle tartarughe acquatiche

 
TESTUDO HERMANNI HERMANNI
Testuggine comune europea
Gmelin, 1789

CLASSIFICAZIONE
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Testudines
Sottordine Cryptodira
Superfamiglia Testudinoidea
Famiglia Testudinidae
Genere Testudo
Specie T. hermanni
Sottospecie T. hermanni hermanni
T. hermanni boettgeri
T. hermanni hercegovinensis
T. hermanni peloponnesica

La Testudo hermanni deve il suo nome al noto naturalista francese Jean Hermann ( 1738-1800); è l'unica specie autoctona che abita la nostra penisola e con le diverse sottospecie si allarga a buona parte del continente Europeo. In questi animali vista e olfatto sono ben sviluppati: sanno distinguere forme, colori, riconoscono anche le persone e l'odorato è fondamentale per la ricerca del cibo distinguendo erbe commestibili da quelle velenose, necessarie per il proprio fabbisogno. Il loro senso dell'orientamento è molto preciso e sono abbastanza metodiche nell'abitare il proprio territorio: se vengono spostate dall'area abituale, in breve tempo ricercheranno la strada di casa. Si pensi ad esempio, in caso di allevamento in cattività, quante volte le ritroviamo nello stesso angolo, oppure se accidentalmente scoprissero una via di fuga, una volta recuperate, altre vie non ne riconoscerebbero se non quella inizialmente esplorata.

Leggi tutto: TESTUDO HERMANNI HERMANNI

 

Pagina 1 di 23

«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

No Tarta

Natura Viva

Tartaweb Fan

Tartaweb su Facebook

tartaweb su facebook
Tarta Tube

tarta-tube

Tartarughe Acquatiche

2070243896_fa65959b81.jpg
bmgpk1.jpg
Trachemys_scripta_elegans_PB_1g.jpg

Cerca nel sito

copertina_calendario_2016

CLICCA L'IMMAGINE PER SCARICARE IL NUOVO CALENDARIO!!!

Ora online!

 17 visitatori online
Copyright © 2016 www.tartaweb.it - benvenuti nel mondo delle tartarughe. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.